Sardinia Innovation

       Home  |  TAG  |  Events  |  Video  |  Partners
Sardinia Innovation Rss   Sardinia Innovation on Twitter   Sardinia Innovation on Facebook   Sardinia Innovation on Google Plus  
Articles > Focus > Jardimpu: il Social Gardening con Paraimpu

  View this article in PDF format Print article Send article

Jardimpu: il Social Gardening con Paraimpu

Created on 2013/7/30 | Update 2013/8/23 | 12349 reads
Jardimpu: il Social Gardening con Paraimpu

Jardimpu è un progetto di Giardinaggio Sociale usando Paraimpu. La parola Jardimpu deriva dall’unione di “Jardim” (giardino in portoghese), “Arduino” e “Paraimpu”. a cura di Alberto Serra (CRS4)


 

 

 

 

L'idea

E’ un prototipo di sistema di irrigazione a goccia dotato di sensori controllabile via web e “Social”, ovvero il suo utilizzo può essere condiviso con altri utenti. Circa un anno fa, conoscendo la potenzialità di due strumenti molto validi come Arduino e Paraimpu ho pensato di realizzare un sistema intelligente di irrigazione e di controllo dei parametri ambientali per il mio giardino, in modo da rimanere aggiornati sulle condizioni della temperatura e dell’umidità dell’aria, umidità della terra nei vasi, luminosità e verifica del livello di acqua presente nei sottovasi (ad esempio la Dionaea Muscipula). Questo sistema però non rappresenta una novità assoluta nel campo della sensoristica e monitoraggio di un giardino, ma il fatto di poterlo utilizzare con un nuovo strumento come paraimpu, per la condivisione dei dati, le irrigazioni e il monitoraggio tramite webcam, ha reso il tutto molto più interessante, innovativo e più “social”. Possiamo chiamarlo social gardening insomma, in cui si permette ad altre persone (autorizzate, diremo “amici” se stessimo parlando di Facebook) di attivare i gocciolatori per innaffiare le piante, vedere le piante in diretta e controllarne i parametri.

 

La realizzazione

Si realizza un sistema del genere utilizzando due strumenti principali: Arduino e Paraimpu.
L’irrigatore automatico con arduino non è una cosa nuova, già Massimo Banzi (fondatore di Arduino) in collaborazione con Cogitanz ne propose un esempio un anno fa (vedi Giarduino o Come costruire un irrigatore) ma di nuovo in questo progetto c’è l’aspetto social, ossia l’interazione con l’irrigatore del giardino e la condivisione dei dati attraverso Paraimpu e i propri amici e la possibilità di collegare contemporaneamente, grazie a Paraimpu, il proprio “giardino reale” con altri “objects virtuali” come ad esempio twitter, google calendar o altri dispositivi arduino e così via...

 

 

Per realizzare tutto ciò sono necessari:
- arduino + ethernet shield
- sensore temperatura/umidità aria
- sensore umidità terreno (come vedremo più avanti si può costruire con un po’ di gesso e due mine HB)
- una ipwebcam
- un sistema di tubi, gocciolatori e pompe
- una elettrovalvola
- componentistica per arduino
- cavi vari

 

Connessione n.1: dati meteo

 


 

Come già detto, lo strumento che ci permette di pubblicare i dati dei sensori collegati con Arduino con il web e gli altri “oggetti” virtuali e non, è Paraimpu. Paraimpu ci permette di creare dei raccoglitori di dati, chiamati SENSOR e degli utilizzatori ACTUATOR. Una CONNESSIONE paraimpu è l’unione di un sensore con un attuatore. Per Jarduino sono state create, per il momento 3 connessioni. La prima riguarda i dati meteo come temperatura, umidità e luminosità. I dati saranno (ad esempio) di questo tipo:


{"dioneaPerc": 66.0, "tempDallas": 13.31, "lux": 81.0, "soilM1": 55.0, "dionea": 165.0, "humidity": 65.0, "photoCell": 636.0, "tempDHT": 15.0, "dp": 8.47}


Dove:
- dioneaPerc: è il valore registrato dal sensore relativo alla pianta carnivora Dionea, in percentuale. (dettagli più avanti)
- tempDallas: la temperatura registrata con il sensore di temperatura DS18B20
- lux: la quantità di luce registrata dal sensore di luminosità
- SoilM1: l’umidità del terreno registrata dal sensore di umidità, costruito con 2 mine di tipo HB e un cilindretto di gesso.
- humidity: umidità dell’aria, misurata dal sensore dht11
- tempDHT: temperatura misurata con il sensore dht11
- dp: il dewpoint, punto di rugiada, calcolato sullo sketch arduino in base all’umidità e alla temperatura.


Screenshot Sensore Paraimpu Connessione

  

 

Questi dati, in formato json, vengono spediti all’attuatore twitter paraimpu che visualizza il messaggio relativo. E’ stata creata una pagina per Jardimpu (twitter.com/jardimpu) in cui i follower possono monitorare i dati dei sensori. Vedranno una frase di questo tipo: Temperature: 13.31°C, Humidity: 65%, DewPoint: 8.47°C, Illum: 81 lx, Soilmoist: 55%

Per comodità è stato creato un blog pubblico http://jardimpu.blogspot.it/, nel quale è presente una finestra aggiornata con gli ultimi tweet e l’attuale situazione meteo. Una parte video, con i tweet “#jardimpu” e lo streaming video in tempo reale del giardino che verrà spiegata più avanti.

 

Connessione n.2: monitoraggio Dionea (pianta carnivora)

Questa connessione in Paraimpu mi permette di tenere sotto controllo il livello dell’acqua della pianta carnivora Dionea Muscipul http://it.wikipedia.org/wiki/Dionaea_muscipula). La dionea è una spettacolare pianta carnivora originaria della Carolina del Nord. Si nutre di insetti o altri minuscoli animali dopo averli attirati chiudendo delle trappole che ha all’estremità delle sue foglie. E’ una pianta molto particolare perché necessita di cure ben precise:
- cresce esclusivamente su torba di sfagno acidificata con perlite
- ha bisogno di tantissimo sole
- ha necessità di avere un sottovaso in cui è sempre presente dell’acqua, almeno 2-3 centimetri. Acqua demineralizzata.


Quest’ultimo punto mi ha fatto pensare di poter utilizzare una connessione solo ed esclusivamente per il monitoraggio di questa pianta e il controllo costante del livello dell’acqua.
Essendo una pianta molto delicata, se nel sottovaso non sono presenti almeno 2-3 cm di acqua anche per un solo giorno,può subire dei danni gravi irreparabili.


Il sensore è costituito da 2 mine HB immerse nell’acqua presente nel sottovaso. Le mine solo le estremità di un circuito collegato con arduino ad una resistenza di 10kOhm. Il funzionamento è semplice: se l’acqua è presente, il circuito è chiuso e quindi c’è un passaggio di corrente. Se l’acqua non è presente, il circuito è aperto, non c’è passaggio di corrente e di conseguenza la piantina necessità di acqua. 

 

 

 

 
Come si vede dalla figura, Paraimpu riceve i dati registrati da Arduino e genera un tweet che notifica all’utente quando l’acqua nella pianta scarseggia, oppure quando il livello è estremamente basso e necessita urgentemente di acqua.

Screenshot connessione Paraimpu con mapping:

 

  
Si può pensare anche di monitorare un valore costante di livello dell’acqua, ma bisogna ricordare che la conducibilità non dipende solo dalla quantità di acqua presente ma anche dalle sostanze in essa disciolta. Trattandosi poi di acqua demineralizzata, teoricamente, la sua conducibilità dovrebbe portare a zero. Ciò non succede in quanto nell’acqua si disciolgono molte sostanze sia al contatto con il vaso, sia al contatto con l’aria. Il modo migliore per tenere sottocontrollo il livello dell’acqua è sicuramente attraverso l’utilizzo di una bilancina di precisione. Tuttavia nel nostro caso le mine HB sono più che sufficienti in quanto ci “avvisano” nel momento in cui nel sottovaso non è più presenta acqua.
   

Connessione n.3: comando per l'attivazione della valvola

La terza connessione in Paraimpu è forse la più interessante. Grazie a questa connessione infatti si attivano i gocciolatori del giardino via web, tramite un semplice tweet. Seguendo l’esempio del THotel Cagliari come prima idea si è pensato di attivare i gocciolatori con un tweet che contiene l’hashtag #jardimpu seguito da ON. La disattivazione verrà fatta con #jardimpu OFF. Lo stato delle attivazione viene monitorato in streaming video attraverso il blog, tutti gli user autorizzati possono attivare i gocciolatori a seconda che siano rispettate le condizioni meteo e che le piante necessitino di acqua.

 

 

Il circuito costruito con arduino è formato da un relè che quando viene sollecitato (valore di tensione HIGH) chiude il circuito e permette il passaggio della corrente attivando i gocciolatori. Se il circuito viene aperto (valore di tensione LOW) la valvola interrompe il passaggio dell’acqua e i gocciolatori smettono di irrigare. Il pin arduino che attiva il relè è il pin digitale 9. Di seguito lo screenshot mapping per l’attivazione del relè:

 

 

   
La connessione è quindi formata da un sensore twitter che cattura tutti i tweet che contengono l’hashtag #jardimpu. L’attuatore attiva la valvola se nel tweet è presente la parola ON, viceversa la disattiva se è presente la parola OFF.
 
   
  
Alcune foto
Circuito arduino e i relè per l’attivazione della valvola - le mine HB e il gesso per la creazione del 
sensore umidità del suolo.
  
Materiale per il giardinaggio e l’elettrovalvola a 24 volt, collegata a un relè di arduino:
 
  
  
Link Box
Originally Published 2012-04-11






comments powered by Disqus

Other articles in this category
Chiodi Blu alias Digital Disorder al Ian Curtis Tribute: a Cagliari il 19 maggio
#FreeGabriele: Cagliari si mobilita per la liberazione del giornalista Gabriele del Grande
Nasce a Cagliari hOMe: da un'ex fabbrica, un nuovo spazio per artisti e creativi
L'artista internazionale Franko B al Contemporary Festival di Donori
Cerdeña: una isla en movimiento en Barcelona
Open innovation al Festival Ecosistema Impresa: in-formazione, expo e networking per professionisti e imprese
Make in Nuoro: percorso formativo sulla fabbricazione digitale per le imprese del territorio
inue BOT: uno strumento gratuito per accedere ai toponimi Sardi da Telegram
La favolosa storia di Sardex: dal caminetto di nonna Elvira al round da 3 milioni in sei anni
Ex Manifattura Tabacchi: nel cuore di Cagliari un Polo dell'Innovazione
Il salto nell’iperspazio dell’economia: Nicola Pirina, nuovo direttore generale di Sardex
Il pane Carasau a lievito madre: sviluppo industriale e claim nutrizionale
Non solo coworking: nasce a Cagliari "Hub and Spoke", 600mq di idee, startup, creatività e arte
Gay Pride 2015: arricchire la biodiversità di noi, scherzi di natura
Economia della Sardegna 2015: 22° Rapporto CRENoS
News
ian curtis tribute_n.jpg

L’eco di Ian Curtis e la sua eredità artistica, a 37 anni dalla prematura morte, non smette di riverberare. Quella dei Joy Division è stata una parabola breve, un capitolo a parte nella storia del rock, uno dei gruppi più rappresentativi di quella che venne definita la “new wave”: il trapasso musicale/culturale/ideologico di fine anni ‘70. Cagliari gli renderà omaggio venerdì 19 maggio ore 20.00, alla Cueva Rock

freegabriele_n.jpg

Era il 2007 in un appartamento nel quartiere Monteverte di Roma, tre ragazzi nel pieno del loro entusiasmo vivevano assieme e sognavano di costruire un mondo migliore: Monica Mureddu, Gabriele del Grande e Rachele Masci. Quell'appartamento, trasformato in salotto letterario, colmo di librerie e testi di ogni genere, accoglieva immigrati appena sbarcati dall'Africa (Etiopia, Senegal, Niger, Iraq, Siria etc etc) che ci raccontavano, stremati, il loro lunghissimo viaggio durato anni. Ci si riuniva la domenica davanti ad una tavola imbandita e si commentava insieme lo scenario drammatico dei milioni di migranti che ogni giorno rischiano la vita attraversando i confini. 

 

di Monica Mureddu

15757_650_320_dy_a_cagliari_lex_fabbrica_diventa_una_nuova_casa_per_artisti.jpg

Con la sperimentazione partita nella seconda metà del mese di agosto, l’associazione Urban Center presenta “hOMe”, luogo di produzione della città di Cagliari in cui artisti, creativi, artigiani e designer collaborano in uno spazio di contaminazioni artistiche tese alla creazione di idee, oggetti, opere e alla nascita di nuove sinergie professionali.

franko b 004.jpg

Stasera venerdì 26 Agosto alle ore 18:30 parte il Contemporary – Festival Arte d’Avanguardia con in programma l’attesa Master Class dell’artista internazionale Franko B presso la sala conferenze dell’Ex Montegranatico, invia Vittorio Emanuele 80, Donori (Ca).

cerdena bcn.jpg
Cerdeña: una isla en movimiento en Barcelona
Published on 2016/7/19 (1249 readers)

Promesa cumplida: volvemos al papel. "Cerdeña. Una isla en movimiento" es la primera monografía en formato libro/revista que traslada al papel la filosofía editorial de los especiales 360º online de Altaïr Magazine

ecosistemaimpresa.jpg

Dopo diversi mesi di ideazione e programmazione, con il prezioso coordinamento scientifico ed organizzativo dell'associazione Urban Center, FinSardegna è lieta di annunciare che nelle date di venerdì 1 e sabato 2 luglio 2016, nei propri locali di viale Elmas 33 a Cagliari, si svolgerà la prima edizione del festival Ecosistema Impresa.

logo-nuoro_definitivo_web.png

Al via il percorso formativo dedicato alla fabbricazione digitale per le imprese, nell’ambito del Progetto Make in Nuoro realizzato dalla Camera di Commercio di Nuoro in collaborazione con l’Ailun. 28, 29, 30 giugno, dalle ore 9.00 alle 18.00. Il 1 luglio h. 12.00 appuntamento per tutti gli interessati per il taglio del nastro del nuovo Fablab, cuore tecnologico della Sardegna.

nordai.png

Cagliari, 2 maggio 2016 - La Startup Nordai regala alla Sardegna inue BOT, un BOT Telegram che, grazie alla piattaforma GeoNue, consente di avere accesso agli open data geografici ufficiali della Regione Sardegna sulla toponomastica dell’isola, grazie a un semplice messaggio sullo smartphone.