Sardinia Innovation

       Home  |  TAG  |  Events  |  Video  |  Partners
Sardinia Innovation Rss   Sardinia Innovation on Twitter   Sardinia Innovation on Facebook   Sardinia Innovation on Google Plus  
Articles > Updates > Lo storytelling incide sulla capacità di innovazione delle aziende: premiate due ricercatrici dell'Università di Cagliari

  View this article in PDF format Print article Send article

Lo storytelling incide sulla capacità di innovazione delle aziende: premiate due ricercatrici dell'Università di Cagliari

Created on 2015/9/13 | Update 2015/9/16 | 2178 reads
Lo storytelling incide sulla capacità di innovazione delle aziende: premiate due ricercatrici dell'Università di Cagliari

Uno studio presentato da due ricercatrici di Economia e Gestione delle Imprese dell’Università di Cagliari, elaborato con due colleghe dell’Università di St. Gallen (Svizzera), ha vinto il prestigioso premio “Carolyn Dexter Award 2015”, assegnato nei giorni scorsi a Vancouver durante l’Academy of Management Annual Meeting. L’importante risultato è stato raggiunto da Cinzia Dessì e Michela Floris dell’Ateneo cagliaritano in team con le colleghe Nadine Kammerlander e Miriam Bird dell’ateneo svizzero.


  Il premio è stato assegnato durante il convegno mondiale di management per una ricerca sulle imprese familiari del settore vitivinicolo sardo: lo storytelling incide sulla capacità di innovazione delle aziende. Si tratta di un riconoscimento attribuito dai membri di una giuria internazionale a quei ricercatori che affrontano tematiche attuali con nuove prospettive d’analisi, stimolanti intuizioni e metodologie creative, con una stretta e vincente collaborazione tra studiosi di diverse nazionalità.

 

L’Academy of Management è il più importante convegno a livello mondiale per gli studiosi di Management ed ogni anno si svolge negli Stati Uniti o nel Canada. Al convegno, che quest’anno celebrava il suo 75° anniversario a Vancouver, sono stati inviati 7.045 lavori da ricercatori di 84 Paesi. Di questi solo 3.664 sono stati accettati e presentati in 25 divisioni nelle quali si articola il convegno. Meno del 10% (337 ricerche) di questi lavori ha ricevuto il riconoscimento di “Best Paper”: tra questi, solo 24 sono entrati in lizza per il Carolyn Dexter Award. Dei 6 finalisti solo il primo ha ricevuto il prestigioso riconoscimento: obiettivo centrato dal gruppo di ricerca sardo-svizzero.  Ulteriore riconoscimento alla ricerca è l’ok alla pubblicazione ricevuto dalla prestigiosa rivista “Family Business Review”, classificata al quarto posto su 115 alla categoria “Business” dalla Thomson Reuters.

 

L’originalità dello studio delle ricercatrici dell’Ateneo di Cagliari, intitolato “The Impact of Storytelling on Innovation: a Multi Case Study” e basato sull’analisi di un campione di 41 imprese familiari operanti nel settore vitivinicolo della Sardegna, rivela come il contenuto delle storie tramandate di generazione in generazione condizioni considerevolmente i percorsi evolutivi delle imprese, l’assetto organizzativo e in particolare il comportamento innovativo.

 

In un periodo come quello attuale e in un settore come quello vitivinicolo, la pressione della concorrenza internazionale richiede una politica innovativa continua per sopravvivere e competere nel mercato. Ma la propensione ad innovare non sempre è conseguenza di scelte razionali legate all’andamento del mercato e può risentire di ulteriori condizionamenti che risiedono nella cultura e nella storia dell’impresa. Cosa spinge un’impresa ad innovare? Quanto la  storia passata si pone come freno o volano per lo sviluppo dell’impresa familiare? Analizzando attentamente le storie di 41 imprese familiari sarde è emerso che il contenuto delle stesse, tramandate di generazione in generazione, ha influenzato e influenza – positivamente e negativamente - la propensione all’innovazione.

 

Raggruppando idealmente in categorie gli orientamenti di queste imprese sono emerse da un lato quelle focalizzate sulla figura del fondatore (“founder-centered oriented”) e dall’altro lato quelle orientate più in generale sulla famiglia (“family-centered oriented”). Nel primo caso, l’idealizzazione del fondatore crea un forte radicamento al passato con un rifiuto nei confronti del cambiamento e dell’innovazione, considerata sovente come minaccia alla stabilità.  Queste imprese sono caratterizzate da un evidente accentramento del potere, da un’intensa conflittualità intergenerazionale e da una bassa (a volte inesistente) propensione all’innovazione.  Nel secondo caso invece, le imprese appaiono connotate da decisioni condivise, bassa conflittualità intergenerazionale e elevata propensione all’innovazione. In questo modo le imprese si aprono al cambiamento, evolvono e modificano i percorsi evolutivi tracciati nel passato.

 

Link box

http://aom.org/awards/

http://aom.org/Meetings/awards/Annual-Meeting-Program-Awards.aspx







comments powered by Disqus

Other articles in this category
Dopo 7 mesi di lavorazione esce 7: il primo album dei Chiodi Blu. Fabrik 16 marzo
Millimetroemezzo Tour: Intervista a Valentina Loche, attrice educatrice guerriera
Nuoro finalista Capitale della Cultura 2020
Il bene torna comune: il nuovo bando di Fondazione con il Sud per la Sardegna
Asinara: luci e ombre del fotografo Marco Delogu in mostra a Cagliari
Al Teatro Eliseo Nuoro in scena a marzo i veleni del poligono di Quirra
Resto al Sud: incentivi per imprenditori under 35
Graziano Origa: la Punk Art da Milano a New York
Sardex.net: la moneta complementare locale del nuovo millennio
Mostra BAM - Ritratti Riletti: a Gavoi i padri della letteratura sarda in chiave pop art
La Donna dell’anno: una sarda sul podio del premio internazionale
Innovare: il territorio azionista di se stesso. A Macomer la II edizione
Geografia, poesia e piccole realtà paesane: Franco Arminio in Sardegna
Franco Piersanti e Nicola Piovani a Cagliari: la parola a chi scrive Musica per il Cinema
A Cagliari nasce la MasterClass Sergio Miceli: Omaggio al grande studioso di Musica per Cinema
News
schermata 2016-09-22 alle 12.52.29.png

Una corazzata Potëmkin 3.0: la rete composta da Nordai, Sky Survey System, Sardinia Innovation con il supporto di Urban Center Cagliari, durante le giornate di settembre 2017, allestirà un osservatorio/medialab per osservare l'evento che rappresenta un grande percorso di valore e di sviluppo territoriale, in prossimità del Museo Nivola e animare attraverso il racconto la rete #CortesApertasOrani e #AutunnoinBarbagia.

ian curtis tribute_n.jpg

L’eco di Ian Curtis e la sua eredità artistica, a 37 anni dalla prematura morte, non smette di riverberare. Quella dei Joy Division è stata una parabola breve, un capitolo a parte nella storia del rock, uno dei gruppi più rappresentativi di quella che venne definita la “new wave”: il trapasso musicale/culturale/ideologico di fine anni ‘70. Cagliari gli renderà omaggio venerdì 19 maggio ore 20.00, alla Cueva Rock

freegabriele_n.jpg

Era il 2007 in un appartamento nel quartiere Monteverte di Roma, tre ragazzi nel pieno del loro entusiasmo vivevano assieme e sognavano di costruire un mondo migliore: Monica Mureddu, Gabriele del Grande e Rachele Masci. Quell'appartamento, trasformato in salotto letterario, colmo di librerie e testi di ogni genere, accoglieva immigrati appena sbarcati dall'Africa (Etiopia, Senegal, Niger, Iraq, Siria etc etc) che ci raccontavano, stremati, il loro lunghissimo viaggio durato anni. Ci si riuniva la domenica davanti ad una tavola imbandita e si commentava insieme lo scenario drammatico dei milioni di migranti che ogni giorno rischiano la vita attraversando i confini. 

 

di Monica Mureddu

15757_650_320_dy_a_cagliari_lex_fabbrica_diventa_una_nuova_casa_per_artisti.jpg

Con la sperimentazione partita nella seconda metà del mese di agosto, l’associazione Urban Center presenta “hOMe”, luogo di produzione della città di Cagliari in cui artisti, creativi, artigiani e designer collaborano in uno spazio di contaminazioni artistiche tese alla creazione di idee, oggetti, opere e alla nascita di nuove sinergie professionali.

franko b 004.jpg

Stasera venerdì 26 Agosto alle ore 18:30 parte il Contemporary – Festival Arte d’Avanguardia con in programma l’attesa Master Class dell’artista internazionale Franko B presso la sala conferenze dell’Ex Montegranatico, invia Vittorio Emanuele 80, Donori (Ca).

cerdena bcn.jpg
Cerdeña: una isla en movimiento en Barcelona
Published on 2016/7/19 (2502 readers)

Promesa cumplida: volvemos al papel. "Cerdeña. Una isla en movimiento" es la primera monografía en formato libro/revista que traslada al papel la filosofía editorial de los especiales 360º online de Altaïr Magazine

ecosistemaimpresa.jpg

Dopo diversi mesi di ideazione e programmazione, con il prezioso coordinamento scientifico ed organizzativo dell'associazione Urban Center, FinSardegna è lieta di annunciare che nelle date di venerdì 1 e sabato 2 luglio 2016, nei propri locali di viale Elmas 33 a Cagliari, si svolgerà la prima edizione del festival Ecosistema Impresa.

logo-nuoro_definitivo_web.png

Al via il percorso formativo dedicato alla fabbricazione digitale per le imprese, nell’ambito del Progetto Make in Nuoro realizzato dalla Camera di Commercio di Nuoro in collaborazione con l’Ailun. 28, 29, 30 giugno, dalle ore 9.00 alle 18.00. Il 1 luglio h. 12.00 appuntamento per tutti gli interessati per il taglio del nastro del nuovo Fablab, cuore tecnologico della Sardegna.